I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualita’. Utilizzando i nostri servizi, l’utente accetta le nostre modalita’ di uso dei cookie.

PROGETTAZIONE NUOVI UFFICI BRIVIO&VIGANO’

 

 

 

  1. Premessa

            Per la realizzazione dei nuovi spazi di lavoro della sede di Pozzuolo Martesana (MI) dell’azienda brianzola Brivio e Viganò, l’operatore logistico si è affidato alla nostra società (Ausglobe Team) per ottenere il supporto necessario all’analisi di fattibilità e alla progettazione degli uffici secondo le esigenze della popolazione aziendale attraverso interviste a tutti i principali fruitorii: lo scopo era quello di massimizzare l’efficienza e l’efficacia del lavoro attraverso delle soluzioni ottimali nella gestione degli spazi. Il desiderio della committente era poter disporre di uffici moderni, belli, funzionali e accoglienti.

Il risultato è un’area di circa 2.000 metri quadrati divisa su due piani – al primo le funzioni più operative, al secondo quelle di staff – con spazi e soluzioni smart per agevolare le attività quotidiane e rendere l’esperienza lavorativa wealthy. Per gli incontri sono state create 7 sale riunioni completamente digitalizzate e altri spazi di condivisione più informali all’interno degli uffici con tavoli e divanetti pensati anche per essere usati come aree per brevi pause di relax.

 

 

  1. Descrizione delle scelte nella divisione degli spazi

 

            Nella progettazione del primo piano occupa un posto importante lo studio volto a creare un collegamento tra i due corpi scala per favorire il collegamento con l’ascensore e con il piano superiore creando la massima flessibilità e fruibilità degli spazi lavorativi tra i piani.

            A questo piano si troveranno: una sala d’attesa con anche un angolo break e dei locali dedicati alle varie funzioni aziendali. Il primo piano è stato scelto anche per ospitare una grande area attrezzata e dedicata al ristoro e alla pausa, uno spazio di aggregazione dove l’attività lavorativa si possa integrare con l’attività ricreativa consolidando il senso di appartenenza al Team e alla Azienda.

 

            Il progetto del secondo piano si articola su tre principi: l’open-space per favorire la collaborazione ed il lavoro di gruppo, le separazioni/chiusure vetrate per dare spazio alla luce naturale e trasmettere il criterio di trasparenza ed infine il contenimento del rumore per interrompere la trasmissione fra aree disomogenee e ridurre il riverbero. La linea guida alla progettazione è quindi stata la massima condivisione degli spazi con aree confinate mediante attrezzature per funzione e suddividendo con pareti solo alcune zone per confinare attività specifiche o isolare acusticamente.   

            In questo spazio troverà ubicazione anche una sorta di piazza Smart-Working atta a sottolineare il concetto di apertura e condivisione. La piazza per lo smart working potrà essere ulteriormente implementata con postazioni per il lavoro agile con divani muniti di una spalliera posteriore con doppia funzione, da una parte creare privacy a chi è seduto e dall’altra per creare l’appoggio di una mensola che possa consentire una sosta veloce anche semplicemente per prendere un appunto o con la presenza di piante.

            Per la tutela acustica, il progetto prevede l’utilizzo di pannelli fono assorbenti che possono essere personalizzabili. L’idea è quella di posizionare dei pannelli sia a soffitto che a parete per abbassare il riverbero, degli elementi ad hoc che caratterizzino gli ambienti sia per forma che per colore. Abbiamo pensato di attribuire ad ogni funzione aziendale un colore diverso così da rendere identificabili tutte le postazioni semplicemente guardando il soffitto.

 

  1. Le prime idee novembre 2019

 

 

 

 

  1. I primi lay-out febbraio 2020